Ffuoriluogo – il festival


 

FUORI LUOGO: RACCONTI E INCONTRI DI LETTERATURA MIGRANTE

Seconda edizione dal 16 al 18 giugno 2017

Sesto San Giovanni è da sempre sensibile ai temi dell’intercultura e della multiculturalità con l’obiettivo condiviso di valorizzare culture di paesi diversi. Una città che promuove e valorizza altresì le attività culturali e l’interesse per la cultura in tutte le sue forme.

Basandoci su questi principi e perseguendo queste finalità, che sono cardini dello Statuto della nostra città, nel 2016 abbiamo realizzato la prima edizione di “FUORI LUOGO – Racconti e incontri di letteratura migrante”, un festival di letteratura, ma non solo, un importante evento declinato sul tema della multiculturalità con l’obiettivo di restituire alla cittadinanza un’immagine positiva della diversità etnica.

Tenendo conto dell’attualità del tema proposto da FUORI LUOGO riteniamo che la prima edizione abbia riscosso un buon interesse, un risultato che per un festival al suo esordio, con autori importanti ma non tra i più conosciuti dal grande pubblico, ha rappresentato un’ottima base per proseguire l’esperienza.

Abbiamo così deciso di impegnarci nella realizzazione di una nuova edizione mantenendo il medesimo obiettivo. Cuore dell’evento continuerà ad essere la letteratura migrante, intendendo per autore e autrice migrante chi, vivendo in un paese diverso da quello d’origine, scrive in una lingua che non è quella nativa.

Anche quest’anno durante le giornate del festival, dal 16 al 18 giugno, la città sarà teatro di numerosi eventi: dibattiti, laboratori, musica e migrantour per scoprire angoli multiculturali della città, reading accompagnati da musica, aperitivi e presentazioni di autori e autrici.

Importante innovazione di questa edizione è l’ingresso nella rete Migrantour Experience www.migrantour.org . Grazie a un recente accordo tra il nostro Comune e la cooperativa Viaggi Solidali di Torino, portavoce della rete Migrantour che vede coinvolte numerose città italiane ed europee, potrà avvalersi anche della loro esperienza che ha visto coinvolti, in questi ultimi 7 anni, oltre 19 mila cittadini in itinerari urbani guidati da accompagnatori interculturali appositamente formati.

Ancora una volta abbiamo deciso di “invadere” pacificamente la città per raccontare il mondo in pochi giorni: partecipate!